Imprese in difficoltà a pagare i debiti alle banche

bancaQuasi un terzo delle imprese italiane ha in mano metà del debito verso le banche e presenta “una copertura degli interessi a livelli vulnerabili”. Da New York, il Fondo monetario internazionale alza i riflettori sul rapporto tra mondo produttivo e settore creditizione nel nostro Paese. Gli economisti del Fmi sottolineano il rischio rappresentato dal rapporto fra interessi e utile operativo e una leva finanziaria “fra le più alte nell’Eurozona”, dovuta alla bassa capitalizzazione.

Il patrimonio delle famiglie. Un punto di forza della nostra economia è invece rappresentato dalla ricchezza privata. Le famiglie italiane, nonostante il calo dei redditi, hanno un debito basso e i loro rischi sono “mitigati dal considerevole patrimonio netto”. Si rileva, però, che chi ha bassi redditi e i giovani detengono una quota sempre più bassa della ricchezza”. Fa da cuscinetto la casa di proprietà, anche se un calo sensibile dei prezzi aumenterebbe i rischi.

Banche. “I risultati dei test di solvibilita’ suggeriscono che il sistema bancario italiano e’ in grado di resistere sia al gia’ debole scenario macroeconomico di base sia a quello di lenta crescita protratta”. Il fmi promuove dunque l’affidabilità del sistema creditizio italiano.