Squinzi: green economy fondamentale per crescita Paese

giorgiosquinzi“Il nostro Paese ha perso, negli ultimi cinque anni, otto punti di Pil, ha la necessità di trovare nuove misure per riattivare la crescita e lo sviluppo di nuovi mercati. In questa direzione può assumere un ruolo fondamentale la green economy”. A sostenerlo è il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, intervenendo ad un convegno sull’efficienza energetica.

“La green economy – ha spiegato Squinzi – ha un ruolo chiave nella sfida ambientale lanciata a livello europeo con l’accordo 20 20 20, deve essere trasformata in un’opportunita di crescita tecnologica e industriale per il nostro paese”.

Secondo il presidente di Confindustria, “il pilastro portante della green economy in Italia è individuabile nell’industria dell’efficienza energetica. Lo sviluppo di una politica stabile e di lungo periodo sull’efficienza è un importantissimo volano per attivare la domanda interna e cogliere le opportunità di crescita”. Infatti “ogni euro di investimento pubblico nel settore dell’efficienza ne produce oltre 4 di beneficio collettivo. Abbiamo realizzato uno studio sull’impatto economico dell’efficienza energetica: oggi ci sono 250mila imprese coinvolte nella domanda per investimenti per l’efficienza. Nel periodo 2014-2020 con l’adozione delle proposte suggerite dal nostro studio si potrebbe avere un incremento della produzione industriale di 65 miliardi di euro all’anno e un aumento dell’occupazione di circa 500 mila unita”.