Emilia Romagna devastata dal maltempo

pienaEmilia Romagna duramente colpita dalle piogge nelle ultime due giornate. La fase di maltempo ampiamente prevista ha causato danni ingentissimi, andando probabilmente oltre le stime pessimistiche che si potevano fare prima dell’arrivo della perturbazione. Questo a causa del superamento degli argini di diversi corsi d’acqua e quindi degli allagamenti diffusi, nell’Emilia Romagna centro-occidentale. La situazione piu’ critica dalla giornata di ieri, 19 Gennaio, è quella nel modenese, dove il fiume Secchia è esondato allagando interi paesi e campi, determinando enormi disagi e costringendo a interventi estremi vigili del fuoco e protezione civile per mettere in salvo numerose persone. Purtroppo, c’è anche un disperso, per il momento, nella zona di Bastiglia, l’area piu’ colpita dall’evento alluvionale; i Vigili del fuoco lo stanno cercando in acqua nella località della provincia di Modena: si tratterebbe di un residente della zona che con un gommone di sua proprietà stava prestando soccorso ad altre persone La scorsa notte i lavori hanno consentito di ridurre la falla dell’argine del fiume Secchia con l’impiego di massi di grandi dimensioni.

Quasi 600 gli sfollati assistiti.Liberata anche la struttura per anziani Villa Anna, dove alloggiavano circa trenta persone: quelle costrette a letto sono state trasferite all’ ospedale di Modena. Il Secchia ha allagato in particolare le zone di Albareto, Bastiglia e Bomporto. Danni ingenti naturalmente sia ai terreni e ai campi che alle abitazioni e a numerose strutture. A San Felice sul Panaro (sempre provincia di Modena, località duramente colpita), ieri sera, il comune ha deciso di tenere chiuse le scuole in vista dell’arrivo dell’ondata di piena.

 

A causa del maltempo, continuano alcune limitazioni al transito sulle strade statali in Emilia Romagna e Toscana. In particolare, sottolinea Anas, in Emilia Romagna è chiusa da ieri mattina la strada statale 12 ”dell’Abetone e del Brennero” tra i comuni di Modena e Bastiglia (dal km 189 al km 198), in provincia di Modena, a causa dell’esondazione del fiume Secchia. I tecnici e il personale Anas sono sul posto per coadiuvare la Protezione Civile e le Autorità competenti, al fine di ripristinare la circolazione appena possibile, compatibilmente con l’evolversi delle condizioni meteo. Sulla strada statale 45 ”di Val di Trebbia” permane da sabato mattina il senso unico alternato regolato da semaforo nel comune di Cerignale (km 76,900), in provincia di Piacenza, a causa della frana che ha interessato il piano viabile nella tarda serata di venerdì 17 gennaio. In Toscana prosegue da ieri mattina la chiusura della strada statale 12 ”dell’Abetone e del Brennero” nel comune di Bagni di Lucca (km 50,800), a causa di una frana. Sulla strada statale 1 ”Aurelia” sono stati invece riaperti questa mattina gli svincoli di Viareggio/Cotone (km 354) e Viareggio sud (km 356,100). Circolazione ripristinata sulla statale Aurelia anche tra le località di Migliarino e Madonna dell’Acqua (km 340,100), in provincia di Pisa.

 

Fonte: InMeteo.net