Completato ed avviato il nuovo stabilimento di Kuchinsky Kermichesky Zavod – 1 LLC

Sacmi_oggiE’ stata una sfida non semplice quella intrapresa dal colosso polacco Rovese (Cersanit): acquisire l’impianto ceramico russo Kuchinski, recuperare e ammodernare i macchinari esistenti, ampliare capannone e impianto con nuove tecnologie strategiche e infine arricchire la gamma prodotti. Una sfida pienamente vinta con la collaborazione di SACMI in tutti i principali reparti produttivi: scioglitura argille, macinazione, atomizzazione, pressatura ed essiccamento, cottura, scelta e pallettizzazione.

 

Per questa nuova pietra miliare del processo di internazionalizzazione, il management di Rovese e di Cersanit Russia ha scelto soluzioni SACMI d’avanguardia, come le presse di nuova generazione, larghe e di alto tonnellaggio -le più grandi dell’intero Gruppo- e la macinazione modulare. In particolare nel reparto macinazione si è rivelata vincente l’installazione di piccoli moduli connessi direttamente e senza pompe di travaso alla bocca di scarico dei mulini continui esistenti, che ha consentito il totale riutilizzo delle macchine originali incrementandone le capacità produttive.

 

Entrato rapidamente nella top ten mondiale dei produttori di piastrelle e sanitari, il Gruppo Rovese, attraverso il nuovo stabilimento Kuchinsky Keramichesky Zavod-1 LLC, potenzia dunque la propria capacità produttiva ed amplia la propria presenza in uno dei più promettenti mercati dell’edilizia.