EKO KILN – La migliore tecnologia Sacmi per la cottura

Edimax forno EkoEKO Kiln è il forno tecnologicamente più avanzato della famiglia dei forni monostrato Sacmi. Con una larghezza canale di quasi 3 metri per oltre 120 metri di lunghezza, il forno EKO con bruciatori autorecuperanti è la macchina termica che meglio esprime la filosofia aziendale del gruppo imolese: estetica, qualità e tecnologia.

 

Con EKO, infatti, si abbassano i consumi energetici, la potenza elettrica installata è inferiore, i toni e i calibri sono più costanti e le emissioni di fumi e CO2 in atmosfera sono inferiori del 30%. La percentuale di recupero totale rispetto a un forno FMS già equipaggiato con sistema di recupero tipo XTR può arrivare fino ad un ulteriore 10% (dai bruciatori e dal raffreddamento).

 

Questo importante risultato è reso possibile dal particolare funzionamento della macchina. Sopra i 900°C, dove lo scambio termico avviene prevalentemente per irraggiamento, il forno EKO è composto da una serie di moduli termici, detti “celle termiche”, nei quali i fumi scambiano l’energia termica con il materiale in modo ottimizzato rispetto ai forni tradizionali (flussi trasversali ed aumento della permanenza dei fumi in camera di cottura).

L’evacuazione dei fumi avviene nella cella stessa, cedendo parte dell’energia termica residua allo scambiatore ceramico posto all’interno del bruciatore che a sua volta preriscalda intensamente l’aria di combustione (fino a 700°C). La temperatura media dei fumi evacuati è sotto i 200°C. Sotto i 900°C, dove lo scambio termico avviene per convezione, sono invece installati bruciatori a fiamma libera di tipo convenzionale, i cui fumi sono estratti da un camino in testa al forno.

 

Ma l’aspetto forse più interessante di questa macchina riguarda la gestione dei fumi. Rispetto ad un forno tradizionale, EKO immette nell’atmosfera minori volumi di fumi esausti, riducendo le emissioni di CO2 per kg di prodotto cotto. Già dalle prime installazioni, si sono rilevate riduzioni del 30% circa dei volumi dei fumi rispetto ad un forno tradizionale. In sintesi, dunque, con la soluzione EKO sono inferiori le quantità di fumi inquinati da depurare e gli impianti di filtraggio hanno dimensioni ridotte.

 

Infine la conduzione di EKO è realizzata mediante sistema di controllo evoluto dotato di doppia interfaccia di tipo touchscreen. Non sono più presenti i regolatori di temperatura tradizionali e il controllo del processo avviene mediante una gestione innovativa delle curve di temperatura pressione.

 

Attenzione all’ambiente, al prodotto, ai consumi: questi dunque i must di Sacmi nella progettazione delle proprie macchine, ma anche e soprattutto delle realtà produttive contemporanee nella scelta dei nuovi investimenti. Come Edimax, che, da sempre attenta all’innovazione tecnologica, alla qualità del prodotto e al rispetto per l’ambiente, ha scelto per il proprio stabilimento proprio un forno Eko, appena avviato con successo.