Ancora trimestri difficili per le banche

abi”Ci saranno ancora trimestri difficili perchè la ripresa, prima di portare a un rientro delle sofferenze, deve vedere lo svolgersi degli effetti della crisi sulle imprese”. Lo ha detto il governatore di Bankitalia Ignazio Visco definendo peraltro ”confortanti” ”i segni di decelerazione della crescita delle sofferenze”. I rafforzamenti di capitale delle banche ”vanno nella direzione giusta, era questo che avevamo chiesto”, ha aggiunto a margine dell’esecutivo dell’Abi.

 

Visco aggiunge poi che “può essere che siano altri motivi ma, da quello che si vede adesso, è che in effetti se si hanno delle prospettive, un piano, i capitali ci sono nel nostro Paese e ci sono anche da paesi diversi”. Al governatore è stato poi chiesto se ci sia preoccupazione per l’asset quality review e Visco ha risposto: “io penso che la parola preoccupazione sia importante, bisogna essere sempre preoccupati però che non sia fonte di valutazione negativa sulla capacità di successo”.

 

“E’ necessario – ha detto ancora il governatore – che le imprese si ristrutturino e si mettano in condizioni di competere in un mondo che è molto diverso da quello che le ha viste nascere”. Visco ha spiegato che nell’incontro all’Abi sono state “messe in luce le difficoltà e la lentezza della ripresa” oltre che l’importanza per le banche di avere un’attitudine nei confronti del credito legata anche alla qualità delle imprese”.