Già una settimana di sciopero per l’XXL di Maranello

Da lunedì scorso 24 marzo i dipendenti della serigrafia XXL di Maranello sono in sciopero con presidio permanente davanti alla sede dell’ azienda (in via Farina 19 – in foto momenti del presidio). La XXL che occupa 43 dipendenti ed opera nel settore del terzo fuoco (serigrafie e decori) già da qualche mese aveva dichiarato di essere in sofferenza finanziaria, “ma i lavoratori – spiega Ilenia Gatto della Filctem/Cgil Sassuolo – nonostante le loro difficoltà economiche e mostrando un alto senso di responsabilità, hanno comunque prestato in modo serio e puntuale la loro attività lavorativa accettando di concedere all’ azienda di rateizzare le loro mensilità in arretrato che ad oggi sono tre (dicembre, febbraio e gennaio). Ma tutto ciò non è servito, purtroppo, ad evitare la messa in liquidazione della ditta”. Lunedì, infatti, a seguito di un incontro fatto con le Organizzazioni Sindacali e la Rsu l’ azienda ha ufficializzato la messa in liquidazione della società. “Dopo avere appreso la notizia – continua la sindacalista della Filctem – abbiamo immediatamente inoltrato la richiesta all’ azienda di attivare la cassa integrazione straordinaria. Da parte dei due titolari non vi è stata obiezione, anche se ad oggi l’ accordo non è stato ancora firmato, e ci auguriamo che si arrivi al più presto alla firma per tutelare i lavoratori”. I dipendenti, unitamente alle organizzazioni sindacali, a seguito dell’ assemblea tenutasi immediatamente dopo l’ incontro con i titolari, hanno deciso di presiedere l’ azienda per evitare il rischio che l’ azienda venga smantellata e per garantire tutte le spettanze arretrate dei lavoratori