Manifattura, positivo il 4° trimestre 2013

modenaSi chiude con lievi, ma positivi, segnali di ripresa il 2013 per quanto riguarda il settore manifatturiero della nostra provincia: è quanto emerge dall’indagine realizzata dalla Camera di Commercio che ha analizzata l’andamento economico per il terzo trimestre del 2013.

 

In particolare, lo studio ha evidenziato un aumento di produzione del 2,5 per cento, rispetto allo stesso periodo del 2012, e del 6,7 per cento rispetto al trimestre precedente, il terzo del 2013, un andamento che fa però ben sperare per l’avvio del 2014.

 

Tra i dati più significativi si nota l’incremento del fatturato delle imprese che ha segnato un più 3,2 per cento, e la quota delle vendite all’estero che ha superato il 40 per cento sul totale, con un aumento dell’export del 5,1 per cento (quarto trimestre 2013). Un risultato positivo, che sottolinea la forte propensione all’estero delle nostre imprese. Il quarto trimestre conferma questo trend positivo con un aumento del 5,1 per cento dell’export.

 

I dati del quarto trimestre 2013 consentono inoltre di tracciare un bilancio dell’intero anno e di metterlo a confronto con il precedente. Produzione e ordini interni nel 2013 hanno riportato una diminuzione rispettivamente del -1,2 per cento e del -1,8 per cento, a causa dell’andamento negativo nella prima parte dell’anno, anche se si resta su valori molto più contenuti rispetto ai cali del -5,5 per cento e -7 per cento registrati nel 2012. Gli ordini esteri sono aumentati del 5,7 per cento (+3,8 per cento nel 2012). Il fatturato è tornato in positivo (+1,6 per cento), dopo la flessione del 2012 (-3,4).

 

Per quanto riguarda i settori, dati positivi arrivano dal metalmeccanico, unico tra tutti in netta crescita, che è riuscito a chiudere il 2013 con incrementi positivi sia di produzione, che di fatturato e di ordini. Per quanto riguarda i mezzi di trasporto, emergono dati differenti: da una parte la produzione ha mostrato un netto calo mentre il fatturato è in forte aumento. Negativo il mercato interno, positivo invece quello estero.

 

Contrastante invece la situazione del settore biomedicale; nel complesso il 2013 ha riportato buoni incrementi produttivi e commerciali, anche se il mercato interno è rimasto stabile, mentre quello estero permane in aumento.

 

Positiva la produzione nel 2013 per quanto riguarda il settore alimentare, sebbene gli ordini rimangano ancora stagnati.

 

Il distretto ceramico ha mostrato invece una buona dinamica degli ordini sia interni sia esteri, ma produzione e fatturato fermi nel quarto trimestre; tuttavia, il 2013 nel complesso ha visto un ridimensionamento della produzione e del mercato interno.

 

Segnali negativi infine per quanto riguarda il comparto della maglieria e delle confezioni di abbigliamento, entrambi chiudono un 2013 piuttosto critico; sebbene l’aumento, nei primi mesi del 2014, degli ordini esteri fanno intravedere lievi segnali di ripresa.