Mercati emergenti e internazionali, nuove opportunità per i giovani manager

exportIl master Managing in Emerging Markets è nato lo scorso novembre su sollecitazione delle imprese emiliane più internazionalizzate. Queste imprese, a un certo punto, hanno denunciato la difficoltà a trovare sul nostro territorio giovani neo-laureati in grado di operare sin da subito in un contesto globale e, in particolare, con una formazione specifica sui mercati emergenti. Da qui lo spunto per un master di primo livello che coniuga una solida formazione in general management internazionale con un programma di studio intensivo in un mercato emergente e con un periodo significativo di stage presso le imprese partner.

 

L’Università di Modena e Reggio Emilia, in collaborazione con i sostenitori istituzionali Confindustria Modena e Unindustria Reggio Emilia, ha creduto opportuno organizzare un seminario che dopo una breve introduzione sul master “Managing in Emerging Markets” si concentrerà sulle opportunità di business per le imprese italiane in Cina alla luce delle più recenti evoluzioni politiche ed economiche di questa grande nazione. È proprio in Cina, infatti, che gli iscritti alla prima edizione del master faranno un periodo di tirocinio.

 

L’appuntamento è per mercoledì 12 marzo presso la Fondazione Marco Biagi a partire dalle ore 14.30. Il titolo dell’incontro è “2014: avvio di una nuova stagione di riforme in Cina. Opportunità per le imprese”. Interverranno il direttore Centro Studi per l’Impresa della Fondazione Italia-Cina Thomas Rosenthal, il responsabile del servizio sportello per l’internazionalizzazione della Regione Ruben Sacerdoti, e l’imprenditore Vainer Marchesini, presidente della Wam di Cavezzo.

 

In questo master universitario, in termini di supporto economico e logistico, sono coinvolte aziende modenesi come Acetum, Angelo Po, Cms, Kerakoll, Ods, Wam e Usco e altre aziende di Reggio Emilia. Possono iscriversi al master studenti in possesso di una laurea triennale, preferibilmente in materie economiche o in ingegneria. Il programma prevede una forte integrazione fra formazione in aula e tirocinio presso le imprese. Tutti i corsi sono in lingua inglese. Il direttore di “Managing in Emerging Markets” è Cinzia Parolini.