Quanto risparmieranno le imprese con gli ultimi provvedimenti

camera_deputatiI provvedimenti fiscali sulle imprese adottati a partire dal 2011 determineranno un risparmio dell’imposta sui redditi del 9,8%, pari a 2,6 miliardi di euro, nel 2014.

Lo fa sapere l’ISTAT in una analisi sugli effetti dei principali provvedimenti in materia di tassazione dei redditi delle imprese adottati a partire dal 2011, ossia la nuova disciplina sul riporto delle perdite, la deducibilità dell’IRAP sul costo del lavoro e la detassazione dal reddito di impresa del rendimento figurativo del capitale proprio (il cosiddetto ACE, Aiuto alla Crescita Economica). Per l’anno in corso l’Ufficio di Statistica stima che il riporto delle perdite avrà un impatto limitato mentre le deduzioni dell’IRAP e l’ACE interesseranno oltre la metà delle imprese. Di queste, circa un terzo beneficerà di entrambe le misure. La percentuale di beneficiari è maggiore per le imprese industriali e di dimensioni medio-grandi, per i gruppi di impresa, e per le imprese residenti al Nord. Il contributo più rilevante alla riduzione delle imposte è attribuibile all’introduzione dell’ACE, spiega poi, aggiungendo che le imprese con fatturato tra i 500 mila e i 10 milioni di euro, le imprese del settore delle costruzioni e quelle che risiedono nel Mezzogiorno e nel Nord-est risultano i maggiori beneficiari.

 

Fonte: Il Messaggero