Un convegno internazionale per ricordare Marco Biagi

fondazionebiagiLavoro e diritti sociali: saranno questi i temi discussi nel convegno internazionale «Labour and social rights: an evolving scenario», organizzato per commemorare la memoria del giuslavorista Marco Biagi, tragicamente scomparso dodici anni fa.

 

Il convegno, che si terrà a Modena il 18 e il 19 marzo, è stato organizzato dalla Fondazione Marco Biagi, dal Dipartimento di Economia Marco Biagi e dall’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, con il patrocinio della Presidenza de Consiglio dei Ministri. Tra i sostenitori dell’iniziativa anche Confindustria Modena.

 

Obbiettivo dell’incontro è quello di stimolare una riflessione interdisciplinare e comparatistica su questo specifico tema, che contribuisca a chiarire dal punto di vista economico, sociologico ed organizzativo il quadro reale delle situazioni da regolare, cogliendo le caratteristiche concrete dei bisogni, degli interessi, dei vincoli emergenti nel nuovo assetto socio-economico in cui viviamo.

 

«Siamo sempre stati convinti», ha affermato il rettore dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia Angelo O. Andrisano, «che la maniera più corretta per ricordare questo nostro docente sia quella di guardare avanti nella riflessione sulle relazioni industriali e nella evoluzione del diritto del lavoro. Attento ai cambiamenti europei ed internazionali Marco Biagi ci ha consegnato profonde intuizioni che sono ancora del tutto attuali, come la sua preoccupazione di allargare il mercato del lavoro ai laureati, ai giovani. Aveva per questo una visione attenta a migliorare le opportunità occupazionali».

 

L’appuntamento, presso l’auditorium della Fondazione Marco Biagi si aprirà martedì 18 marzo alle ore 9.15 coi saluti del rettore dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia Angelo O. Andrisano, del direttore del Dipartimento di Economia Marco Biagi Giovanni Solinas, del sindaco di Modena Giorgio Pighi e dell’assessore regionale alla Scuola, formazione professionale, università e ricerca, lavoro dell’Emilia Romagna Patrizio Bianchi.

 

Le due giornate di lavori saranno organizzate per sessioni. La prima, che occuperà tutta la mattina di martedì 18 marzo, sarà presieduta dal professore Tiziano Treu dell’Università Cattolica di Milano e introdotta da Riccardo del Punta dell’Università di Firenze. Seguiranno, nel pomeriggio, due sessioni parallele che avranno come oggetto di studio «I fattori del cambiamento nelle relazioni di lavoro».

 

La seconda sessione sul tema «Valori e interessi nelle relazioni di lavoro», che si svolgerà nella mattina di mercoledì 19 marzo sarà presieduta dal Roger Blanpain, docente dell’Università di Leuven (Belgio) e Tilburg (Olanda) e ruoterà attorno al contributo di Edoardo Ales dell’Università di Cassino. Nel pomeriggio si terrà la terza sessione, coordinata dal Manfred Weiss dell’Università J. W. Goethe di Francoforte (Germania), che riguarderà «La Teoria giuridica e fonti delle relazioni di lavoro» e che sarà introdotta da Catherine Barnard dell’Università di Cambridge (Regno Unito). Concluderà i lavori della due giorni modenese Janice Bellace della Wharton School dell’Università di Pennsylvania a Filadelfia.