A Pasqua 13 mln di italiani in viaggio

smogautoTra Pasqua, 25 aprile e primo maggio, saranno 13 milioni gli italiani adulti che, secondo un sondaggio Confesercenti-Swg, si metteranno in viaggio. Il restante 70% – circa 32 milioni di persone – farà invece una Pasqua casalinga, magari con qualche gita fuori porta se il tempo lo consentirà. Il 12% dei vacanzieri partirà a Pasqua, il 10% preferisce invece muoversi nel ponte del 25 aprile. Meno gettonato il ponte del Primo maggio, scelto dall’8%. Tra le mete preferite spiccano le destinazioni a breve raggio: Londra, la Spagna, Parigi, Istanbul e Monaco di Baviera. Il 60% degli italiani che andrà in vacanza ha deciso di spendere meno rispetto all’anno scorso, ma c’è un 14% disposto a spendere almeno il 10% in più e un altro 7% che ha previsto un budget in aumento del 30%.

 

E sono circa duecentocinquantamila gli italiani che trascorreranno il giorno di Pasqua in uno degli oltre ventimila agriturismi presenti sul territorio nazionale. E’ quanto stima la Coldiretti, sulla base delle previsioni dell’associazione agrituristica Terranostra dalle quali si evidenzia che la fortunata serie di ponti primaverili favorisce la vacanza in campagna, per mangiare, per fare un scampagnata o per fermarsi più giorni all’insegna del relax e della buona cucina. Per le feste – sottolinea la Coldiretti – torna per la maggioranza degli italiani il viaggio a breve raggio da realizzare in giornata. Una tendenza che interessa anche la tradizionale gita in agriturismo dove secondo Terranostra molte aziende si sono attrezzate con l’offerta di alloggio e di pasti completi ma anche di colazioni al sacco o con la semplice messa a disposizione spazi per picnic, tende, roulotte e camper per rispettare le esigenze di indipendenza di chi ama prepararsi da mangiare in piena autonomia ricorrendo eventualmente solo all’acquisto dei prodotti aziendali di campagna amica.