L’economia americana in forte recupero, con le piastrelle al traino

coverings Sostenute dalla crescita dei mercati immobiliare e delle costruzioni, l’economia e l’industria ceramica statunitense hanno continuato ad espandersi nel 2013.

Nel mercato residenziale, i nuovi cantieri sono cresciuti per il quarto anno consecutivo raggiungendo nel 2013 il livello più alto dal 2007 con 923.000 unità, un aumento del 18,3% rispetto all’anno precedente. Le abitazioni monofamiliari, che costituiscono i due terzi del totale dei nuovi cantieri, sono cresciute del 15,4% fino a 618.000 unità, mentre le abitazioni plurifamiliari hanno registrato un aumento del 24,6% arrivando a 306.000 unità. Le vendite di nuove abitazioni, strettamente collegate alla vendita di piastrelle, hanno registrato il valore più alto degli ultimi cinque anni con 428.000 unità (+16,4% rispetto al 2012). Nonostante questo incremento, tuttavia, tale volume rappresentanostante questo incremento, tuttavia, tale volume rappresenta appena un terzo rispetto al picco raggiunto nel 2005 (1,28 milioni di unità).

Gli investimenti in costruzioni (che comprendono l’edilizia residenziale e non residenziale pubblica e privata) sono stati pari a 898,4 miliardi di dollari, con un incremento del 4,8% rispetto al 2012.

l consumo di piastrelle

Nei primi nove mesi del 2013 il consumo di piastrelle negli Stati Uniti ha raggiunto i 175,8 milioni mq, con un incremento del 12% sullo stesso periodo dell’anno precedente. Sulla base dei dati disponibili e dei preconsuntivi del quarto trimestre, stimiamo che il consumo nazionale di piastrelle a fine 2013 abbia raggiunto i 230,2 milioni mq, in crescita del 12,9% rispetto al 2012.