“Dove andrà l’Europa?”: la relazione di Panebianco al Forum Mussini

mussiniVenerdì 6 Giugno 2014, alle ore 10.00, presso la Sala Conferenze della sede del Gruppo Concorde in via Canaletto 141 a Spezzano di Fiorano Modenese, avrà luogo un evento nell’ambito del Forum “Prof. Cirillo Mussini” dal titolo:

“Dove Andrà l’Europa? Un percorso a ostacoli fra politica e economia internazionale”

Il Forum “Prof. Cirillo Mussini” è un’iniziativa del Gruppo Concorde, in onore del suo compianto Presidente, per presentare annualmente relazioni e dibattiti su temi di grande rilevanza culturale e sociale, in occasione della consegna dei premi di studio “Prof. Cirillo Mussini” a giovani brillanti neolaureati.

 

Il tema del Forum di quest’anno, “Dove andrà l’Europa? Un percorso a ostacoli fra politica e economia internazionale”, è stato affidato al prof. Angelo Panebianco, noto politologo e giornalista, ordinario di Politica Internazionale all’Università di Bologna, editorialista politico del Corriere della Sera, che così presenta la sua relazione:

Sono in corso di analisi i risultati delle elezioni europee del 25 Maggio. E’ convinzione comune fra gli osservatori politici che si tratti probabilmente delle elezioni più importanti da quando esiste l’Unione Europea, e che comunque l’Europa ne uscirà cambiata. La partecipazione al voto si è fermata al 43%, il crescente malumore dell’opinione pubblica ha gonfiato il risultato elettorale dei partiti cosiddetti euroscettici. Quali maggioranze potranno formarsi fra gli eletti al nuovo Parlamento europeo? Chi sarà il nuovo presidente della Commissione, che quest’anno per la prima volta toccherà proprio al Parlamento nominare? Sono incognite che non si risolveranno tanto presto, mentre il balletto delle alleanze è già iniziato. La nuova Europa si troverà alle prese con crescenti problemi di politica internazionale, a cui si è aggiunta ora la crisi ucraina, e dal cronico problema di un tasso di crescita insufficiente dell’economia europea rispetto alle grandi economie del resto del mondo. Eppure l’Europa è ancora il veicolo insostituibile che può traghettare i popoli del vecchio continente attraverso queste difficoltà e solo un rilancio in chiave moderna dei meccanismi comunitari può avviare questi problemi alla soluzione.

Il prof. Angelo Panebianco, nato a Bologna nel 1948, si è laureato nel 1971 “summa cum laude” in Scienze Politiche presso l’ateneo bolognese e l’anno seguente ha conseguito un “Degree in International Affairs” presso la Johns Hopkins University. Ha svolto attività di ricerca ad Harward, Berkeley e alla London School of Economics and Political Science.

 

Dal 1989 è professore ordinario di Scienze Politiche presso L’Alma Mater Studiorum di Bologna. Ha co-fondato la sede di Forlì della facoltà di Scienze Politiche “Roberto Ruffilli”..

 

E’ scrittore e saggista, collabora con istituti universitari e riviste di politica internazionale. Da molti anni è il principale editorialista del Corriere della Sera in materia di politica internazionale. Alcuni suoi editoriali sono raccolti nel volume “L’Italia che non c’è: riflessioni e polemiche” (Rizzoli 1994). Il tema d’Italiano dell’esame di stato 2011 ha incluso un suo passo sul concetto di destra e sinistra in politica.

 

Tra i suoi libri ricordiamo “Le crisi della Modernizzazione” (guida, 1973), “Modelli di Partito” (il Mulino, 1982), tradotto in cinque lingue; “Manuale di Scienza Politica” (Il Mulino, 1986), “Maestri della Scienza Politica” (Il Mulino, 2004),

 

 

Alla conferenza seguirà un dibattito. La seconda parte della mattinata sarà dedicata alla consegna dei premi di studio per onorare la memoria del prof. Cirillo Mussini. Questa è ormai la settima edizione dei premi di studio, a testimonianza della fiducia nei giovani e della loro valorizzazione che il gruppo Concorde e il suo fondatore hanno sempre dimostrato.

 

Dopo i saluti del Sindaco di Fiorano Modenese e del delegato rettorale alla Didattica dell’Università di Modena e Reggio Emilia, il Presidente del Gruppo Concorde dott. Luca Mussini procederà alla consegna di sei premi di studio ad altrettanti brillanti neolaureati in campo tecnico-economico-scientifico, scelti da un apposito comitato. I premiati di quest’anno sono:

 

Dott. Mauro Cea Management Internazionale

Ing. Maurizio Landi Ingegneria meccatronica

Ing. Francesco Mezzadri Ingegneria dei Materiali

Dott. Luca Montanari Scienze chimiche

Ing. Monica Onfiani Ingegneria gestionale

Dott. Giulia Selmi Scienze chimiche

 

Ma il tributo al prof. Mussini riguarda anche l’altro suo impegno professionale. Oltre a essere imprenditore della ceramica, era medico, cattedratico e primario di reumatologia al Policlinico di Modena. Vengono quindi assegnati ogni anno premi di studio per la ricerca in campo reumatologico presso l’ALCRI di Saronno (Varese), associazione di cui il prof. Mussini era stato co-fondatore. Nell’ Ottobre 2013, nel convegno dell’ associazione tenutosi a Brescia, è stata premiata la dott.ssa Francesca Zuliani per uno studio sulla crioglobulinemia. Come ogni anno iI premio è stato consegnato dalla dott.ssa Maria Luisa Gibellini, moglie del Prof. Cirillo Mussini.