Soffre l’export, a marzo -0,8%

exportLe esportazioni italiane continuano a soffrire nel confronto mese su mese, con a marzo un calo congiunturale, il terzo consecutivo, dello 0,8%. Lo rileva l’Istat, che comunque sottolinea la tenuta delle vendite su base annua, in aumento dell’1,2%, grazie alla ”forte espansione” dell’export nell’area Ue, che così torna a fare da traino. Basti pensare all’impennata registrata verso la Spagna (+10,9%). Mentre perde punti il fronte extra-Ue, tra cui c’è anche il ribasso del 13,9% della Russia.

Il commercio estero Ue-18, secondo le prime stime per marzo 2014, registra un surplus di 17,1 miliardi, rispetto ai 21,9 mld del marzo 2013. Lo comunica Eurostat. Il saldo a febbraio 2014 era di 14,2 mld, contro i 9,8 del febbraio 2013. Sul mese precedente, l’export diminuisce dello 0,5%, e l’import dello 0,6%. Nell’Ue-28 a marzo 2014 c’e’ un surplus di 3,9 mld, contro 14,7 del marzo 2013. Sul mese precedente, l’export perde l’1,2%, e l’import è stabile. L’Italia ha un surplus di 3 mld.