Roma ospita il congresso 2014 di Cet, Federazione europea dei produttori di piastrelle di ceramica

vittorioborelliSi è tenuto dal 26 al 28 giugno a Roma la riunione dell’Esecutivo e l’Assemblea generale 2014 di Cet, la Federazione che riunisce le Associazioni dei produttori di pavimenti e rivestimenti ceramici europei.

All’evento, organizzato da Confindustria Ceramica, hanno preso parte una cinquantina di rappresentanti di Spagna, Francia, Germania, Repubblica Ceca, Turchia, Regno Unito, Finlandia e Svezia.

 

Durante gli incontri sono stati affrontati temi cardine per la competitività del settore industriale ceramico europeo quali le norme tecniche collegate alla produzione ed uso dei prodotto (quali ad esempio le Product Category Rules per dichiarazioni ambientali di prodotto, per le quali è stato raggiunto un accordo su base continentale), barriere commerciali e non commerciali per l’accesso ai mercati extra comunitari, i negoziati di libero scambio, tra i quali il Transatlantic Trade and Investment Partnership (TTIP) per la creazione di una unica area di libero scambio UE – USA (per la quale la federazione europea ha condiviso all’unanimità la prioritaria eliminazione dei dazi alle importazioni negli USA di ceramica europea), la revisione della classificazione doganale dei prodotti. Nell’ambito della disamina della situazione congiunturale è stato fatto un particolare approfondimento sugli effetti delle misure anti dumping sulle importazioni in Europa di piastrelle di ceramica dalla Cina, mentre è stata fatta una dettagliata disamina dello stato dell’arte sui temi ambientali ed energetici particolarmente importanti per il settore, quali carbon leakage e Emission Trading Sistem.

 

Nel corso della riunione, il presidente Vittorio Borelli, dopo aver ringraziato i partecipanti, ha sottolineato “l’importanza della collaborazione europea e di come nel lontano 1957 proprio Roma fu la sede della firma dei Trattati che istituirono la Comunità Economica Europea”. Jose Lois Lanuza, presidente di Cet, dopo aver ringraziato il suo predecessore Alfonso Panzani, lo ha omaggiato di una targa a ricordo dei risultati raggiunti durante i suoi quattro anni di Presidenza.

 

L’incontro ha avuto anche un momento culturale con la visita, in forma privata, ai Musei Vaticani ed alla Cappella Sistina, visita che ha suscitato nella delegazione grande sorpresa ed entusiasmo tra tutti i partecipanti.