System ospita la giornata internazionale di “Orientainsegnanti”

systemApprofondire e sviluppare quale didattica possa essere più utile per incrementare l’attività di alternanza scuola-lavoro. È questo il tema di “Orientainsegnanti” 2014, l’iniziativa dedicata a chi nella scuola ha il compito di fornire gli strumenti di conoscenza ai ragazzi. Ormai da tempo questo evento è legato a “Orientagiovani”, la manifestazione che da oltre vent’anni Confindustria dedica all’incontro tra mondo della scuola e imprese.

 

L’obiettivo della due giorni è sviluppare il dialogo con le scuole e le università per favorire nel Paese la diffusione della cultura d’impresa, del collegamento tra istruzione e lavoro, dell’innovazione didattica.

 

Quest’anno Reggio Emilia ospiterà venerdì 14 novembre “Orientagiovani”, la manifestazione che ha per protagonisti gli studenti, mentre Orientainsegnanti si terrà il giorno prima, giovedì 13 novembre presso l’Auditorium di System Group, a Fiorano Modenese. Saranno presenti, per ogni partnership scuola-impresa, una delegazione di studenti o una classe a nome dell’istituto di appartenenza e un rappresentante dell’azienda.

 

L’iniziativa quest’anno è stata promossa da Confindustria, Federmeccanica, ministero dell’Istruzione, Comitato per lo sviluppo della cultura scientifica e tecnologica, Associazione nazionale presidi, Unione Industriali Reggio Emilia e Confindustria Modena.

 

Ha coinvolto i docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, delle strutture formative accreditate dalle Regioni e degli Istituti tecnici superiori che hanno collaborato con le imprese.

 

L’innovazione della didattica quest’anno è stata declinata attraverso lo sviluppo di alcune tematiche, come i percorsi di alternanza scuola-lavoro, la didattica di laboratorio e i processi formativi orientati alle competenze, l’apprendimento digitale e interattivo.

 

Al centro del dibattito e del lavoro svolto dagli insegnanti durante l’anno vi sono stati l’affermazione della cultura della sperimentazione e dell’innovazione attraverso il potenziamento della didattica attiva; l’integrazione delle discipline e la partecipazione attiva degli studenti attraverso le nuove tecnologie; lo sviluppo di competenze trasversali; e, non ultima, la promozione dell’orientamento scolastico non solo come pratica di informazione e convinzione, ma anche come strumento didattico di formazione dei giovani.

 

Alla fine della giornata è prevista la consegna dei riconoscimenti per il Premio Nazionale “Didattica Attiva”. Saranno premiati cinque dirigenti scolastici e tre imprenditori che hanno realizzato le migliori partnership virtuose scuola-impresa. Il premio agli insegnanti sarà consegnato dal presidente di Confindustria Modena Valter Caiumi, quello agli imprenditori da Carmela Palumbo, direttore generale del Miur.

 

Ai docenti vincitori sarà offerto uno stage in una impresa o in un centro di ricerca della durata di tre giorni; la possibilità di utilizzare i laboratori e alcuni spazi dell’impresa per attività formative degli studenti; la pubblicazione del progetto vincitore sul sito del Miur e sul sito di Confindustria.

 

Agli imprenditori vincitori sarà offerto il riconoscimento di un “BoQuE”, ovvero il “Bollino di qualità educativa”: le tre aziende avranno agevolazioni nell’attivazione di stage, alternanza e apprendistato; potranno, inoltre, utilizzare la struttura scolastica o formativa partner per attività di formazione dedicate agli studenti; infine, saranno iscritte al costituendo Albo nazionale delle “Imprese amiche della scuola”, che riporterà per ogni anno scolastico le tre imprese più attive nella partnership pedagogica con le scuole. L’Albo sarà pubblicato sul sito del Miur e sul sito di Confindustria.

 

System Group e il mondo della scuola e dell’università

 

La collaborazione di System con scuole e università volta a ospitare percorsi formativi si può definire a pieno titolo un tratto distintivo dell’identità aziendale. I progetti attivati in questa azienda hanno l’obiettivo di creare un contatto diretto tra cultura scolastica e cultura d’impresa, ma soprattutto quello di trasformare lo stage in una posizione lavorativa stabile. Il tirocinio è concepito in System come una premessa al mondo del lavoro.

Storicamente la prassi è iniziata con la collaborazione con l’Istituto Don Magnani di Sassuolo, ma negli ultimi quattro anni i numeri dimostrano quanto il raggio d’azione si sia ampliato in modo significativo.

 

Durante il 2014 System ha ospitato 48 stagisti per un totale di 1.644 giornate di formazione, alcune delle quali tuttora in corso di svolgimento. Di questi tirocinanti, 35 provengono dalle scuole secondarie di secondo grado del territorio: Iti E. Fermi, Ipsia F. Corni e Istituto d’arte A. Venturi di Modena; Ipsia Don Magnani, Istituto E. Morante e Its A. Volta di Sassuolo; Itis P. Gobetti di Scandiano. Un tirocinio è stato attivato grazie alla collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena; cinque stage tramite enti di formazione come Fondazione Its, Nuova Didactica, Cerform; sette stage sono stati attivati tramite il Centro per l’impiego di Sassuolo.

 

Per questi progetti l’azienda ha aperto le porte della casa-madre a Fiorano Modenese ma anche di due sedi estere.

 

Gli studenti dell’Ipsia Corni di Modena sono stati ospitati in Svezia nella struttura di System Logistics, in seguito alla partecipazione dell’istituito a un bando di concorso promosso dalla Camera di Commercio di Modena che prevedeva l’invio dei più meritevoli studenti in un cantiere estero.

 

Un altro progetto si è invece svolto in Spagna, esperienza realizzata grazie al progetto di mobilità internazionale Emilia Maker della durata di quattro mesi, finanziato dalla Regione Emilia-Romagna e dal Fondo sociale europeo che ha visto, nel suo complesso, partire 50 giovani sotto i trent’anni, laureati o laureandi. Il percorso si colloca all’interno delle operazioni ideate a sostegno dei territori e della popolazione colpita dagli eventi sismici del 2012, con priorità di partecipazione per i ragazzi residenti nei comuni del sisma.