SITI B&T Group, 25 nuove risorse per potenziare la struttura tecnico-ingegneristica e investire nel futuro

Fabio-Tarozzi-lowSITI B&T Group, azienda leader nella fornitura di impianti completi per l’industria ceramica, inserita in un contesto internazionale dinamico e in forte espansione, intende potenziare il proprio organico integrando profili junior, senior e di esperti professionisti per la sede di Formigine (Modena).
Le assunzioni riguarderanno venticinque nuove risorse: tecnici installatori di impianti e LGV, tecnici commerciali, programmatori software, programmatori PLC e progettisti.
“Un’operazione in controtendenza rispetto alle difficoltà che sta vivendo il mercato del lavoro in Italia – dichiara Fabio Tarozzi, Amministratore Delegato SITI B&T Group – che è da attribuire non solo agli effetti positivi del Jobs Act, strumento indubbiamente favorevole a una nuova apertura verso il mercato del lavoro, quanto a un piano di sviluppo che passa attraverso l’investimento in risorse con specifiche competenze di carattere tecnico-ingegneristico, un importante fattore di successo per il nostro Gruppo”.
Un piano di sviluppo delle risorse umane, in linea con la costante attività di Ricerca & Sviluppo del Gruppo, che ha contribuito alla costante affermazione delle innovative soluzione tecnologiche SITI B&T nel mondo. I nuovi ingressi sposeranno la filosofia aziendale basata su alcune parole chiave: etica, sicurezza, cliente al primo posto.
“Offriamo un contesto operativo stimolante – prosegue l’Amministratore Delegato SITI B&T Group – caratterizzato da eccellenti prospettive di sviluppo di carriera, anche con mobilità internazionale. Cerchiamo persone con ottime capacità di lavoro in team, che sappiano relazionarsi con i clienti, comprenderne le esigenze di business e tradurle in risultati. La padronanza della lingua inglese è un requisito per noi fondamentale”.
I profili saranno inoltre pubblicati sul sito della società: www.sitibt.com.
SITI B&T Group conta circa 600 dipendenti, un fatturato di 180 milioni di euro con una quota export dell’80% ed è presente con diverse filiali nei principali Paesi del mondo.