Il Sindaco di Modena incontra il rappresentante di Cassa depositi e prestiti. Approfondimento sul comparto Manifattura e sulle altre aree del territorio

“Un incontro positivo che ha confermato come Modena sia una delle città italiane dove Cassa depositi e prestiti (Cdp) è impegnata nella riqualificazione urbanistica e in interventi per stimolare l’economia e lo sviluppo, anche attraverso l’housing sociale e valutando la fattibilità di iniziative in campo alberghiero”. E’ il commento del sindaco Gian Carlo Muzzarelli che oggi, mercoledì 5 ottobre, ha ricevuto il rappresentante di Cdp Aldo Mazzocco, responsabile Group Real Estate della Cassa, per fare il punto sulle principali situazioni aperte sul territorio, a partire dal comparto della Manifattura.

“E’ stata espressa – spiega il sindaco – una chiara volontà di rilanciare l’impegno per un’area importante nel centro storico cittadino dove è stato realizzato un bellissimo intervento di riqualificazione che ora deve essere portato a compimento. E’ positivo che siano state definite anche risposte alle esigenze espresse dai residenti”. Nell’ambito della riorganizzazione territoriale di Cdp, infatti, verrà predisposto un punto di riferimento sia per la parte commerciale sia per i rapporti con chi abita già nell’area. Secondo Cdp sarà attivato sicuramente entro l’anno, ma si spera di riuscire ad anticipare i tempi.

Sempre rispetto al comparto Manifattura e tenendo conto delle difficoltà del mercato, Cdp ha annunciato un aggiornamento del piano industriale, con attenzione a cogliere ogni opportunità economica (a cominciare dalla realizzazione delle operazioni commerciali già previste) e ad aggiornare i rapporti tra i soggetti privati e l’ente pubblico.

Nella ricognizione delle altre situazioni dove Cdp è impegnata o può avere un ruolo (dalle ex caserme di Sant’Eufemia e Garibaldi, fino alle ipotesi di intervento in via Morane e nell’area dell’ex Mercato bestiame, nell’ambito del Piano predisposto per il bando Periferie), sono state sottolineate, in particolare, le attività nel settore dell’housing sociale e dello smart housing, così come gli investimenti nel settore alberghiero nell’ambito di una strategia nazionale per rafforzare il patrimonio ricettivo italiano, riuscendo al contempo a valorizzare il patrimonio immobiliare. “Con i tecnici di Cdp – aggiunge il sindaco Muzzarelli – approfondiremo nelle prossime settimane le diverse opportunità che si possono presentare sul nostro territorio”.