Marazzi perfeziona l’acquisizione di Emilceramica

Marazzi, leader internazionale nel design e nella produzione di piastrelle di ceramica, recentemente premiata a Milano durante il Ceo Summit & Le Fonti Awards 2017 con il Premio ‘Leadership e Innovazione’, ha perfezionato oggi l’acquisizione, annunciata lo scorso 20 gennaio, del 100% del capitale di Emilceramica.
Il closing dell’operazione di acquisizione della storica azienda ceramica di Fiorano Modenese è avvenuto a seguito della ricezione del nullaosta delle competenti Autorità Antitrust e porta
a compimento un passo molto significativo nel percorso intrapreso da Marazzi, in piena intesa con la capogruppo Mohawk Industries, di investimenti e rafforzamento nel distretto ceramico di Sassuolo.
Emilceramica rappresenta, infatti, una delle aziende più rilevanti del distretto. Fondata nel 1961, l’azienda conta circa 500 addetti e due stabilimenti produttivi in Italia. Ma è soprattutto a livello
internazionale che è stata protagonista di una notevole crescita, fino a essere presente oggi con i marchi Emilceramica, Provenza, Viva e Ergon in 5.500 punti vendita e 70 Paesi del mondo, in
particolare nel mercato nordamericano che presidia con 4 centri logistici e staff dedicato.
Marazzi e Emilceramica si ritrovano nei valori comuni del proprio fare impresa: cura estrema della qualità del prodotto, sensibilità al gusto e al design, predisposizione all’innovazione, efficienza
ed eco-sostenibilità dei sistemi produttivi nonché attenzione alla crescita professionale e alla sicurezza dei propri collaboratori.
Negli ultimi anni il management di Emilceramica ha guidato con successo l’azienda in un piano di sviluppo che l’ha portata ad un deciso riposizionamento nella fascia alta del mercato.
“Andiamo a chiudere un’operazione – ha commentato l’AD di Marazzi, Mauro Vandini – che prosegue il programma di investimenti nel distretto che da alcuni anni stiamo portando avanti insieme alla capogruppo Mohawk e che sta consolidando il posizionamento di leader del nostro gruppo quanto a capacità produttive, innovazione e offerta”.
“Siamo molto orgogliosi di entrare a far parte di quello che oggi è il gruppo numero uno al mondo – aggiunge l’AD di Emilceramica Sergio Sassi – siamo convinti che questa alleanza genererà
ulteriore valore in termini di sviluppo industriale, che si traduce in una maggiore offerta di qualità e miglior servizio al cliente”.