Duravit, prosegue in Tunisia la fruttuosa partnership con SACMI-Gaiotto

Dopo l’Egitto, è l’unità produttiva di Zarzouna (Biserta) protagonista di un importante investimento in tecnologia che ha visto l’installazione e il collaudo di una cella di smaltatura robotizzata coadiuvata da robot GA2000

Dopo il completo rinnovamento dell’unità produttiva egiziana con forniture SACMI, la multinazionale tedesca del sanitario di qualità e design punta sulla Tunisia, dove è stata collaudata di recente, presso lo stabilimento Duravit di Zarzouna (Biserta) una nuova cella per la smaltatura robotizzata.

Composta da un robot GA2000 e da una giostra di smaltatura a 4 posizioni, la cella rappresenta un’assoluta novità per la filiale tunisina di Duravit che in questo modo riafferma, anche in questo Paese, la propria grande attenzione i temi dell’affidabilità, della qualità, della sostenibilità ambientale. A questo proposito, l’unità installata è dotata di cabina di filtrazione a secco, una soluzione capace di abbattere le emissioni di polvere di smalto, che viene avviata quasi interamente a riciclo.

Performance, affidabilità, riduzione degli sprechi, sono qualità riconosciute in tutto il mondo della tecnologia SACMI-Gaiotto, che si conferma protagonista anche in questa scelta di investimento da parte del colosso tedesco per aumentare efficienza e performance delle proprie unità produttive dislocate in tutto il mondo.