Vitra, “4th plant” al taglio del nastro, SACMI è il principale fornitore

Con 5,2 milioni di pezzi l’anno a Bozüyük, Vitra è tra i top player mondiali nel settore della produzione e commercializzazione di ceramica sanitaria. Cliente consolidato SACMI, l’azienda ha predisposto e realizzato un investimento nel quartier generale di Bozüyük, affidando a SACMI la fornitura di un impianto completo per la dotazione tecnologica di una quarta unità produttiva, che si affianca alle tre esistenti nel sito, il più grande d’Europa per quanto riguarda la produzione sanitaryware.

Iniziato nel 2015 con la fornitura di una cella di colaggio equipaggiata con 2 AVM e robot, 3 essiccatoi, 2 linee di smaltatura Gaiotto con robot GA2000, un forno shuttle Riedhammer, il progetto va ora a regime con l’installazione di ben 8 nuove celle dove saranno operative 16 macchine di colaggio AVM. Ogni cella è asservita da robot che gestisce, oltre a tutte le operazioni di colaggio, sformatura, movimentazione, anche il carico dei pezzi al pre-essiccatoio FPV SACMI, l’innovativa soluzione che consente di ottenere in soli 60 minuti tramite ventilazione tangenziale – in luogo di 8-12 ore in ambiente – una significativa perdita d’acqua nel manufatto, già quindi sufficientemente maturo per essere caricato automaticamente su carro ed avviato alle fasi successive, con conseguente risparmio di ingombri, energia ed emissioni in ambiente.

L’automazione completa della linea è l’obiettivo di Vitra, che ha già predisposto l’intero impianto per la futura installazione di veicoli automatici a guida laser per le movimentazioni. Già oggi, i criteri ergonomici di progettazione e la totale automazione delle fasi di sformatura, pre-essiccazione e deposito dei pezzi su trolley consentono di sottrarre agli operatori ogni operazione di movimentazione manuale dei pezzi. Oltre alle nuove macchine di colaggio – che portano a 12 il totale delle celle operative a regime nell’impianto – ad essere potenziati sono anche il reparto essiccazione e cottura, con la fornitura di ulteriori 6 camere di essiccazione ognuna delle quali attrezzata per accogliere 12 trolley di carico. Quindi il forno a tunnel Riedhammer lungo 135 metri, tra i più moderni e potenti della sua categoria, equipaggiato con sistema EMS per il controllo dei fumi, la gestione ed il recupero del calore.

Primario obiettivo di Vitra, che già esporta oltre il 75% delle produzioni in 75 Paesi del mondo – con il core brand Vitra e altri importanti marchi – è quello di puntare sull’automazione e la qualità garantita dalle soluzioni SACMI come strumento per consolidare ulteriormente il proprio posizionamento all’estero nella produzione e commercializzazione di vasi back-to-wall e sospesi. L’attenzione alla salubrità dell’ambiente di lavoro, al contenimento dei consumi, all’efficienza logistica, completano il quadro dell’investimento, realizzato in stretta collaborazione con il team tecnico e tecnologico SACMI Sanitaryware che ha curato la completa ingegnerizzazione e progettazione dei flussi d’impianto. Con la produzione a regime – prevista dall’inizio del 2019 – Vitra potrà realizzare almeno 1.000 pezzi al giorno di nuovi vasi destinati al mercato internazionale di media e alta gamma.