Emiliana Rottami: il Comune parte attiva per trovare una soluzione definitiva

“Stiamo lavorando per tenere aperte tutte le soluzioni, compresa quella di un’eventuale cessione dell’azienda”. Queste le prime parole del Sindaco Francesco Zuffi dopo la chiusura in data odierna della Conferenza di Servizi su Emiliana Rottami svolta in data odierna congiuntamente ad ARPAE, Hera e alla presenza del curatore fallimentare.

Dopo il rinvio della conferenza di luglio e la cessazione dell’esercizio provvisorio l’Amministrazione Comunale, nella figura del sindaco Francesco Zuffi, si è attivata personalmente attraverso un’interlocuzione continua con gli attori in campo: l’obiettivo è quello di tenere aperte tutte le soluzioni ed evitare di subire passivamente gli eventi. Questo nella convinzione di voler a tutti i costi evitare che i cumuli rimangano lì dove sono, con conseguente danno ambientale e costi altissimi di smaltimento con risorse pubbliche”.

“Come Comune, e con il supporto degli organi della Regione Emilia Romagna – spiega Zuffi -, abbiamo aperto alcuni tavoli di discussione che hanno portato a intensificare i rapporti, con l’intenzione di verificare nuovamente se sussistono le condizioni per la cessione del sito di Emiliana Rottami in via Verdi. Queste relazioni hanno portato alla sottoscrizione di un contratto di somministrazione fra la Procedura fallimentare ed il Gruppo interessato a rilevare il sito, formalizzato e acquisito agli atti della Conferenza di Servizi odierna. Questo contratto prevede di iniziare da subito un parziale smaltimento delle giacenze di via Verdi: a partire dai prossimi giorni infatti inizierà il ritiro di materiale dal sito per un quantitativo che non sarà inferiore alle 2000 tonnellate al mese. Intanto, accolgo con favore la sottoscrizione da parte del Ministero della Cassa Integrazione Straordinaria per i lavoratori garantendo un supporto ai lavoratori che da luglio sono senza stipendio, in attesa di valutare il futuro dell’azienda in fallimento. Oltretutto i 12 mesi concessi sono un orizzonte temporale adeguato anche per un eventuale ricollocamento”.

Tale contratto è propedeutico all’analisi del progetto che il Gruppo intende presentare. Questa è certamente un’opportunità in più, ma l’intenzione dell’Amministrazione è quello di valutare ogni soluzione con attenzione, affinché vengano fornite adeguate garanzie di un superamento radicale della situazione attuale e soluzione delle problematiche ambientali. “Per questo – continua il Sindaco -, prima di ogni decisione, ho intenzione di coinvolgere la comunità per informare adeguatamente e confrontarmi sulle scelte che come Comune dovremo fare”.