Provincia e appalti, una opportunità per le imprese. Se ne parla domani in CNA con il presidente della Provincia, Tomei

Domani, giovedì 7 novembre alle 20,30, presso la CNA Provinciale (a Modena, in via Malavolti, 27), si parlerà delle competenze dell’Amministrazione e dell’importante ruolo che questa istituzione ancora oggi ricopre, ad esempio in tema di viabilità ed edilizia scolastica. Si parlerà, quindi, di appalti pubblici, un tema piuttosto caro alle imprese.

“Il nuovo ruolo della Provincia nei lavori pubblici: un’opportunità per le imprese”, è infatti, il titolo del seminario durante il quale il presidente della provincia Gian Domenico Tomei, Lorenzo Minganti, consulente di CNA Costruzioni Nazionale, e il presidente dell’Unione modenese degli edili Paolo Vincenzi, si confronteranno appunto sul ruolo della provincia negli appalti pubblici locali, appalti che rappresentano un’opportunità anche per le piccole imprese.

“A Modena – sottolinea Vincenzi – operano 11.400 imprese del settore costruzioni, di cui il 67% artigiane. Siamo convinti che, nel rispetto della legge, si possano privilegiare le imprese locali. Ad esempio, nei lavori di importo sino a 40.000 euro è possibile invitare una sola impresa locale, ma è un evento che si verifica di rado. Perché? È possibile ridurre il numero di stazioni appaltanti? Ed evitare di affidare i lavori esclusivamente in ragione del pubblico ribasso? Se in Italia riusciamo ad usufruire solo del 10% dei fondi europei e se impieghiamo in media ben 3 anni per riuscire a realizzare piccole infrastrutture di importo sino a 200mila euro, è anche perché abbiamo un sistema di assegnazione degli appalti poco efficiente e anchilosato. Quello che chiediamo è di invertire, almeno a livello locale, questa tendenza”.