800mila euro per i Centri commerciali naturali dei Comuni, pubblicato il bando

La Città metropolitana di Bologna ha pubblicato un bando, rivolto ai Comuni, alle Unioni di Comuni e al Nuovo Circondario Imolese, per finanziare programmi di intervento locali per la promozione e l’attivazione di “Centri commerciali naturali” (L.R. 41/97, art. 10 bis).

Obiettivo del programma è la promozione e la valorizzazione di uno spazio commerciale, attraverso una serie di iniziative che gli Enti beneficiari dovranno sviluppare in accordo con le Organizzazioni del commercio, del turismo e dei servizi.

Agli enti selezionati verrà concesso un contributo massimo in conto capitale di  200.000 euro, che coprirà il 50% delle spese ammissibili.

A partire dai criteri per la valutazione dei programmi definiti dalla Regione Emilia-Romagna, la Città metropolitana ne ha individuati ulteriori cinque attraverso un percorso di condivisione e concertazione territoriale, anche in sede di Ufficio di Presidenza dei Sindaci, e con il coinvolgimento delle Organizzazioni del Commercio, del Turismo e dei Servizi.

Nello specifico il bando vuole favorire i territori che negli ultimi anni hanno visto una forte diminuzione del numero di esercizi commerciali di vicinato, i Comuni con popolazione inferiore ai 10.000 abitanti e quelli dell’Appennino. Un ulteriore criterio premia i progetti che presentano uno stadio avanzato di progettazione, al fine di promuovere interventi che possano realizzarsi in tempi brevi. Infine, la Città metropolitana ha attribuito un punteggio aggiuntivo a quei progetti di carattere sistemico volti a mitigare gli impatti negativi determinati dalla pandemia.

“La Città metropolitana – ha commentato il vicesindaco Fausto Tinti – si impegna a sostenere azioni concrete per la ripresa del territorio e il rilancio della rete del piccolo commercio nel difficile contesto economico determinato dal Covid-19. Attraverso un accurato lavoro siamo riusciti a recuperare le economie derivanti dai finanziamenti delle annualità precedenti e liberare risorse per un ammontare complessivo di circa 800.000 euro da destinare a questo bando”.