A Polinago chiude lo sportello BPM

La filiale del Banco BPM di Polinago ha comunicato qualche giorno fa ai propri clienti che lo sportello presente nel comune verrà chiuso dal prossimo 24 maggio, a seguito di una riorganizzazione della rete commerciale e del sempre più frequente utilizzo dei servizi telematici e online da parte degli utenti.

Per il sindaco Gian Domenico Tomei «la notizia di questa chiusura ci preoccupa, per le ricadute che avrà su tutte quelle persone che non hanno la possibilità di usufruire dei canali telematici. Pensando ai tanti anziani e a chi non è autosufficiente, la presenza fisica di uno sportello bancario rappresenta la garanzia di un servizio, che in questo modo viene a mancare».

Lo sportello del Banco BPM «aprì a Polinago negli anni novanta – ricorda Tomei – quando era presente solo la filiale dell’allora Cassa di Risparmio di Modena proprio su sollecitazione dell’amministrazione che guidavo all’epoca, mossi dall’idea che una maggiore offerta garantisse migliori servizi».

In questi giorni, a seguito della comunicazione da parte della direzione della banca, è nata una raccolta firme promossa da alcuni residenti, per chiedere di rivedere la decisione.

Il sindaco Tomei si è inoltre attivato presso Poste Italiane affinché vengano attivati due sportelli del servizio Bancoposta a Polinago e a Gombola.

Sul territorio comunale resta attivo il servizio bancomat di cassa continua di Unicredit, che garantisce anche un’apertura degli uffici al pubblico di due giorni alla settimana.